Pratiche edilizie e detrazioni fiscali

Pratiche edilizie:

Le ristrutturazioni che prevedono di effettuare interventi di manutenzione straordinaria, comportano l’affidamento a un tecnico abilitato che possa seguire in tutto il percorso delle Pratiche Edilizie, che va dall’analisi preliminare dell’immobile, alla progettazione dell’intervento fino ad arrivare alla fine lavori con l’aggiornamento della planimetria catastale.

Le Pratiche Edilizie possibili in base alla tipologia delle opere di ristrutturazione che si vuole intraprendere sono:
Pratica Edilizia CILA (eventualmente in sanatoria).
Pratica Edilizia SCIA.
Pratica Edilizia Permesso di Costruire (eventualmente in sanatoria).
Relazione Paesaggistica.
Cambio di destinazione d’uso.
Aggiornamento Catastale.

Detrazioni fiscali:

Con l’ultima Legge di Bilancio sono state approvate agevolazioni fiscali 2017. L’ Ecobonus 2017 per i condomini è stabilizzato fino al 2021 e rimane detraibile in 10 anni. Sempre per i condomini la detrazione è al 70% per l’involucro dell’edificio e al 75% per le spese per le parti comuni. Gli alberghi, gli agriturismi e le strutture ricettive hanno la possibilità di detrazione del 65% (prima era al 30%) per i lavori di ristrutturazione. Lavori fino a un massimo di 200.000 euro.

Proroga a tutto il 2017 anche per: la detrazione 50% per le ristrutturazioni edilizie e per il bonus mobili ed elettrodomestici, sempre al 50%; la detrazione 65% per gli interventi di efficienza energetica anche per le singole abitazioni.